ZONA RELIGIONE
I luoghi dello spirito
Caravaggio, Bg
Santuario di Santa Maria del Fonte
 

Il Santuario sorge sul luogo di un’apparizione della Madonna avvenuta nel 1432. Su un’iniziale piccola cappella, nel 1575 venne costruita una grande chiesa per volere dell’arcivescovo Carlo Borromeo. Il complesso fu progettato dall’architetto Pellegrino Tibaldi che non ne vide mai la realizzazione, dato che i lavori vennero ultimati solo nel Settecento.
Al Santuario si accede da una piazza circondata da più di duecento arcate che formano dei portici, con al centro una fontana. La grande chiesa in mattoni rossi e intonaco grigio ha un’unica navata a croce latina con colonne sormontate da capitelli ionici. All’interno sono conservate molte opere e il sottostante corridoio, diviso in cinque celle, è ricoperto da mosaici.

Curiosità
L’acqua della fontana, passando sotto il santuario, raccoglie l’acqua del Sacro Fonte e viene poi utilizzata per riempire la piscina in cui i fedeli ammalati si immergono.
Il Sacro Fonte, secondo la tradizione popolare, sarebbe il luogo esatto in cui la Madonna apparve a una contadina di nome Giannetta e che fece sgorgare l’acqua miracolosa. La prima notizia documentata dell’apparizione risale al 31 luglio 1432: si tratta di una pergamena rinvenuta nel 1857 tra le carte del paleografo Ippolito Cereda e poi misteriosamente scomparsa.

www.santuariodicaravaggio.it